Con sempre maggiore frequenza ricevo richieste da parte di lettori e partecipanti alle sessioni di formazione su quali siano i segreti per gestire con successo una pagina Facebook.
Ormai anche in Italia il bar di quartiere o il commercio al dettaglio del centro storico cominciano ad usare questo importante strumento di comunicazione e fidelizzazione, che permette di conoscere meglio i propri clienti, di pubblicizzare un evento o una promozione, ma anche di umanizzare (quando la tecnologia riesce a sposare in modo brillante il lavoro tradizionalmente svolto in negozio) la relazione tra imprenditore e cliente.

COPERTINA: Facebook Timeline Cover Photo

Appena Facebook lanciò il nuovo modello di Pagina, subito fu evidente la centralità di una comunicazione per immagini. Infatti chi ha la possibilità di visualizzare le statistiche di pagina (Facebook Insights) avrà potuto notare che i post con maggiore engagement, quindi quelli visti da più persone e con il tasso più alto di interazione, contengono in genere contenuti fotografici o video, e non solo testo.

Statistiche di pagina Facebook

Facebook Insights

La copertina di pagina è il primo elemento d’impatto visuale della vostra Timeline: e proprio come in una rivista che si vende in edicola, la copertina cambia ogni settimana, o ogni mese, a seconda della frequenza d’uscita.
Nel caso della pagina Facebook, il cambio di Copertina della Pagina Facebook può avvenire in funzione di un evento (il webinar per il consulente digitale, l’arrivo della nuova collezione per il commerciante d’abiti, la presentazione di un nuovo prodotto etc), di una promozione o di qualcosa di particolare che si voglia comunicare e a cui si attribuisce l’importanza tale da meritargli la cover della Vostra pagina.
Non va dimenticato che l’immagine di copertina deve sempre rispettare le linee guida di Facebook: ad esempio non contenere nessuna call to action (per esempio, frasi come “Clicca qui”) oppure informazioni direttamente legate alla presenza online della vostra attività, come email o indirizzo web.
Però con il giusto mix di design e contenuti si può fare un buon lavoro, come quello degli organizzatori del vintage market MERCATOMONTI

Esempio di Facebook Cover Page

Facebook Cover Page di MercatoMonti

INTERAZIONE: Engagement e edgerank.

Un’altro dei temi caldi legati alla gestione delle pagine su Facebook è la frequenza dei post da parte degli amministratori. Nella mia esperienza 1 post, max 2 al giorno, sono sufficienti per offrire stimoli di interazione al proprio pubblico (superata questa soglia, si rischia in realtà di fare indirettamente spam sul muro dei nostri followers).
Una metodologia efficace comporta la stesura di un vero e proprio piano editoriale dei post: magari preventivando dei sondaggi (pool)

Sondaggi su facebook

Facebook Poll

che di per sé stimolano la partecipazione, e ricordando sempre di arricchire i propri post con contenuti multimediali (meglio ancora se con un editor inseriamo una frase ad effetto all’interno della foto scelta).
Bisogna tenere presente che non tutti i Fan della Pagina vedranno i nostri post. La diffusione dei post dipende da un algoritmo proprietario chiamato Edgerank (alla stregua del Pagerank di Google) che si fonda sui seguenti principi:

  • Affinità: la misura in cui il Fan condivide, commenta e/o interagisce con la nostra pagina
  • Peso: la preponderanza data ai contenuti multimediali rispetto a quelli solo testo (e non dimentichiamo inoltre che Facebook “penalizza” i contenuti postati sulla pagina attraverso applicazioni di terzi)
  • Tempo: al passare del tempo i contenuti si “usurano”, perdono importanza e diminuiscono la probabilità di apparire sul muro dei nostri Fans (motivo per cui alle volte il time to post è fondamentale, guarda questa interessante infografica)

Controlla il pagerank della tua pagina Facebook

Uno strumento online molto utile per testare l’affinità dei vostri contenuti rispetto al pubblico di riferimento è l’Edgerankchecker: ne esiste anche una versione gratuita… da provare!

 

Per stimolare la diffusione dei contenuti verso il pubblico di riferimento (ma anche per monetizzare il miliardo e passa di utenti raggiunto da Facebook lo scorso mese di settembre) è stato lanciato lo strumento di promozione dei post (anche per gli utenti con profilo personale): interessanti le statistiche pubblicate ieri da MarketingCharts.

Facebook Promoting Post

Secondo uno studio di Sterne Agee (n=750), meno di 2 utenti su 10 sarebbero disposti a pagare per promozionare i contenuti postati sul loro profilo (ma anche solo il 10% su un totale di 1 miliardo di utenti darebbe un ROI interessante alla neo-quotata FACEBOOK).

Hai trovato interessante questo post? Commenta, condividi, interagisci!
.