Nel pieno della Social Media Era parlare di posizionamento organico sui motori di ricerca (l’acronimo SEO sta per search engine optimization) risulta forse poco sexy. Non si tratta di essere tradizionalisti o giurassici, ma di saper attribuire il giusto valore alle tecniche che sanno valorizzare (e monetizzare) la presenza su internet.

SEO - Posizionamento naturale su Google
Dal blogger, che fa dei contenuti il nucleo centrale del proprio business, all’azienda che vende (online o offline) prodotti e servizi, la presenza sui motori di ricerca resta un pezzo fondamentale della strategia di presenza digitale: forse Facebook, Pinterest & Co. primeggiano nel tempo speso online, ma (dati alla mano, cfr l’infografica proposta sotto) il primato di Google come motore di ricerca nel mondo occidentale resta intatto nei seguenti task:

  • Ricerca di informazioni sulla salute
  • Comparazione di prodotti e/o servizi
  • Navigazione per ozio
  • Ricerche legate alla geo-localizzazione
Sia che si voglia essere presenti attraverso campagne Pay per Click (usando ad esempio Adwords), che attraverso il posizionamento SEO, l’analisi delle keywords è uno dei task fondamentali per l’implementazione di entrambe queste tattiche.
Analisi delle Keywords attraverso HitTail

Analisi delle Parole chiave attraverso HitTail

Chi già utilizza Adwords, sa che Google offre uno strumento di analisi delle parole chiave efficace ma soprattutto per le campagne a pagamento. In logica SEO è consigliabile farsi aiutare da uno strumento dedicato.
Io consiglio un tool presente dal 2006 e che quest’anno è stato irrobustito: sto parlando di HitTail.
The Long Tail, Chris Anderson
Il concetto di Coda Lunga o Long Tail fu oggetto di un interessante libro firmato da Chris Anderson, editor di WIRED US: La spina dorsale del suo libro era che il futuro dei beni materiali e immateriali dipendeva in maniera diretta dalla capacità di sviluppo di mercati di nicchia, in netta controtendenza rispetto alle visioni economiche dominanti fondate sui concetti di quota di mercato dominante.
Da un punto di vista del marketing analitico, il vantaggio di usare il posizionamento organico sta anche nella facilità di poter calcolare il ROI del proprio investimento (a differenza della complessità rilevata di poter effettuare la stessa misurazione sui social media… ma sull’argomento tornerò in un altro post).
Il punto di forza di HitTail sta nella sua facilità di installazione (al pari di Google analytics, si tratta di copiare una riga di codice prima del <body> delle pagine HTML da monitorare) e nella sua facilità di funzionamento.
HitTail, strumento per l'analisi delle keywords della Long Tail
Dopo poco tempo dall’installazione (il tempo è direttamente proporzionale al volume di visite del vostro sito web)   il tool mostrerà automaticamente le parole chiave che meritano la scrittura di un articolo (inutile dirlo: la presenza dei giusti contenuti all’intero di un sito web resta uno dei principali fattori di successo onsite per il posizionamento SEO).

Per chi è abituato al fai-da-te, crediamo sia uno strumento da avere nella propria cassetta degli attrezzi. Ci vediamo al prossimo articolo su SEO e Dintorni!

online time seo posizionamento sui motori di ricerca